• Decrease font size
  • Default font           size
  • Increase font size

L’Associazione AISCUP, in collaborazione con guide specializzate in storia dell'arte e archeologia, offre la possibilità di partecipare a visite Guidate e vi farà conoscere la storia di Roma e la sua cultura.

per informazioni contattare:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


prossimi appuntamenti:

  • venerdi 2 marzo ore 15,30 visita alla Chiesa del Gesù e alle Stanze di Sant'Ignazio
  • venerdi 30 marzo ore 15,30 passaggiata attraverso il Ghetto e la Valle del Velabro (Sinagoga, Teatro di Marcello, Chiesa di San Nicola in carcere...)
  • venerdi 27 aprile ore 15,30 visita al complesso dell'Abbazia delle Tre Fontane
  • venerdi 25 maggio ore 15,30 passeggiata lungo l'Appia Antica (Mausoleo di Cecilia Metella, Circo di Massenzio)


Villa dei Quintili

La Villa dei Quintili era la più grande e fastosa residenza del suburbio romano. Il nucleo originario apparteneva ai fratelli Quintili, consoli nel 151 d.C. ed è stato ampliato quando la villa è divenuta proprietà imperiale con l’imperatore Commodo. Questa si estende tra l’Appia Antica e la via Appia Nuova ed è costruita attorno ad una grande piazza. Il complesso monumentale si affaccia a terrazze sulla campagna romana ed offre un panorama che ha ispirato nel tempo molti celebri artisti.

Case romane sotto il Celio

Sotto la basilica dei Ss. Giovanni e Paolo al Celio, fondata all’inizio del V secolo dal senatore Pammachio, si estende uno straordinario complesso di edifici residenziali di età romana.

Palazzo Altemps

Costruito alla fine del 1480 per il nipote di Sisto IV, Girolamo Riario, generale di Santa Romana Chiesa, a metà circa del Cinquecento il palazzo passò al cardinale di Volterra Francesco Soderini e nel 1568 fu acquistato dal cardinale Marco Sittico Altemps. E' una delle sedi del Museo Nazionale Romano.

Palazzo Spada

Originalmente costruito nel 1540 per il cardinale Girolamo Capodiferro (1501–1559). L'architetto fu Bartolomeo Baronino, da Casale Monferrato, e Giulio Mazzoni, con una squadra creò i sontuosi stucchi sia dell'interno che degli esterni. Il palazzo fu comprato dal cardinale Bernardino Spada nel 1632. Spada incaricò Francesco Borromini di modificarlo secondo i nuovi gusti.

 
Banner
Tot. visite contenuti : 265453



I testi e le immagini pubblicati nel sito hanno finalita' puramente divulgativa o informativa.
Per qualsiasi problematica rivolgersi sempre al personale qualificato, nutrizionista e oncologo,
evitando qualsiasi iniziativa privata.